Una curiosa indagine

Ricollegandoci sempre al blog del 15 novembre…avrete potuto riflettere su quanto scritto.

Ho fatto altre indagini e i miei risultati hanno portato a questo, analizzando sempre l’introduzione di questa nuova tecnologia….

  • Un bambino su cinque ha problemi di salute mentale
  • 43% di disturbi dello spettro ADHD(indice del deficit di attenzione /iperattività)
  • 37% di aumento di depressione fra gli adolescenti
  • Aumento del 200% dei suicidi nei ragazzi tra i 10 e 14 anni

Ma di quante altre prove abbiamo bisogno?

Oggi i bambini vengono privati delle basi di un’infanzia sana:

  • Genitori emotivamente presenti
  • Limiti ben definiti e figure di guida responsabile
  • Alimentazione equilibrata
  • Numero adeguato di ore di sonno
  • Movimento, vita e gioco all’aria aperta
  • Giochi creativi
  • Interazioni sociali
  • Tempo libero non noioso ma attivo

Analizziamo questi punti…..

Sono a dir poco allarmanti i dati statistici , non trovate?

La generazione dei genitori di oggi per motivi economici deve avere un doppio stipendio, con l’arrivo dell’euro il primo gennaio 2002 abbiamo dato l’addio alla lira ed è iniziata la nostra fatica.

Dai dati della Fondazione Nens, è diminuito il nostro potere d’acquisto, raddoppiato il costo dei quotidiani e del Big Mac, anche se l’aumento record spetta alla pizza Margherita: da 6.500 lire a 7,5 euro .Cresciute ben più dell’inflazione, in generale, tutte le spese vive delle famiglie: dall’elettricità al gas alla benzina. Con questi dati tutto ciò che riguarda le spese della famiglia sono incrementate, in tutto questo i nostri figli , che non hanno percepito assolutamente la nostra fatica , continuano a pretendere sempre di più.

Noi ci accontentavamo del pane burro e zucchero, o delle spremute di arancia fatte in casa o dei passati di verdura….legumi, tutto ciò che produceva anche la nostra terra….e ora??VIZIATI, sono semplicemente VIZIATI, hanno tutto sempre e vorrebbero di più in ogni momento….

Meditiamo genitori ….MEDITIAMO…che poi i CAPRICCI non li sappiamo arginare e contenere..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *